Recensioni e Brend Reputation: il segreto del successo ai tempi dei Social

Recensioni e Brend Reputation: il segreto del successo ai tempi dei Social

Post, like, commenti, condivisioni e… Recensioni! Più utili o più recenti, ma in ogni caso libere, affidabili, pluraliste. Il mondo è in continua evoluzione, ogni settore professionale vive profonde trasformazioni che cambiano le regole del gioco, e le vecchie strategie pubblicitarie non funzionano più. Un tempo la Brand Reputation veniva costruita dalla comunicazione che un’azienda dava di sé, mentre oggi viene costruita sostanzialmente dalle buone recensioni dei propri clienti, un elemento fondamentale per portare la propria attività al successo.
C2C, Consumer to Consumer, azione e scambio di idee tra consumatore e consumatore: è la gente che informa la gente a costruire la Web Reputation: un processo collettivo, il risultato di tutti quei pareri espressi da soggetti differenti. Una reputazione che si gioca sulla capacità di un’azienda di soddisfare le aspettative dei suoi stakeholder, di entrare nella loro fiducia, nella loro mente, nel loro cuore. Nessuna corsia preferenziale, nessun professionista costruito a tavolino: la vetrina mondiale è aperta a tutti, le informazioni si trasmettono più velocemente e il potere delle recensioni è uno strumento democratico nel bene e nel male. Se funzioni sei una star, se no, non sei nessuno. Il web non perdona. Lo sanno bene le nuove generazioni, i nativi digitali d.o.c., che solo alla luce di un’esperienza già vissuta da tanti altri, passano all’azione. Devi andare al Ristorante? Devi scegliere un Hotel? Fai una ricerca sul web, leggi le valutazioni di chi c’è già stato, e poi decidi. Le recensioni sono tutt’altro che virtuali, sono fondamentali ai fini dell’orientamento, perché gli utenti si fidano delle opinioni degli altri utenti. E se un utente rilascia una recensione negativa su un’azienda? La regola è il dialogo: l’azienda deve subito rispondere alle critiche e spiegare le proprie ragioni. In ogni singolo settore, oggi è così che si fa. Ed anche la Chirurgia estetica ai tempi del web deve dare agli utenti, in questo caso ai pazienti, la possibilità di esprimere la propria opinione in piena libertà, un reale feedback della propria esperienza.

Passaparola… un tempo era un gioco di società, e consisteva nel sussurrare una frase a chi stava accanto a te, che a sua volta la sussurrava ad un altro. Alla fine, la frase arrivava al fondo della fila stravolta, irriconoscibile. Ma la rivoluzione digitale ha cambiato tutto: nei Social media il passaparola è scritto, nero su bianco, facilmente consultabile, ed è uno strumento davvero efficace per trasmettere e condividere informazioni. Su Facebook, dove si lavora continuamente per migliorare la qualità delle esperienze degli utenti, per recensire un’attività si possono fornire agli amici dei veri e propri consigli, dandone le motivazioni: e non basta cliccare su “consigli”, ma per pubblicare occorre scrivere un commento personale di almeno 25 caratteri.
La piattaforma egemone della recensione è uno strumento assolutamente democratico, dove a vincere è sempre la verità. Quindi se stai valutando diversi professionisti in Chirurgia estetica, chiedi informazioni agli ex pazienti di questi specialisti, leggi le loro valutazioni: anche la loro testimonianza può essere un ottimo strumento per decidere qual è il chirurgo più adatto alle tue esigenze.