Filler con acido polilattico

Filler con acido polilattico Sculptra



Filler con acido polilattico Sculptra: informazioni generali

L’acido polilattico è un polimero di origine sintetica dell’acido lattico. In Medicina Estetica è largamente sfruttato come filler grazie alle sue proprietà, è infatti riassorbibile e biodegradabile. Con l’acido polilattico, commercializzato come Sculpra, vengono corretti inestetismi del volto come rughe, solchi della pelle, cicatrici, zigomi e mento poco accentuati, occhiaie, ed anche alcune parti del corpo. E’ una valida alternativa al lifting ed all’acido ialuronico in pazienti più maturi. Le microparticella di quersto acido vengono iniettate nello strato sub-dermico per riempire le rughe e per stimolare la sintesi del nuovo collagene. A differenza degli altri filler, come l’acido ialuronico, l’acido polilattico produce i suoi effetti dopo 4 settimane. I risultati si possono apprezzare gradualmente, proprio perché stimola la produzione di collagene. La mini invasività e la lunga durata di questi effetti fanno di questo trattamento un eccellente sostitutivo del lifting chirurgico per la correzione dei tipici effetti dell’invecchiamento. La terapia di acido polilattico viene utilizzata anche su glutei e cosce, per riempire eventuali assenze, per correggere i buchi della Cellulite, per rimodellare la pelle cadente delle braccia.

TRATTAMENTO

Il trattamento è molto simile a quello degli altri filler: le iniezioni vengono praticate dal medico con un microago sottilissimo e indolore. In pazienti particolarmente sensibili è possibile anestetizzare precedentemente le aree da trattare con lidocaina. A seconda dell’inestetismo possono essere utili anche più sedute. Dopo il trattamento è possibile riprendere subito le normali attività quotidiane.

Visita preliminare, intervento e decorso post-intervento saranno effettuati e monitorati personalmente dalla dottoressa Maria Stella Tarico presso il Centro di Catania.


Hai dubbi? Parliamone

Contattaci. Ci confronteremo, gratuitamente e senza alcun impegno.


Maria Stella Tarico – miodottore.it