Chirurgia plastica in Sicilia: eccellenze, prospettive, avanguardie

Chirurgia plastica in Sicilia: eccellenze, prospettive, avanguardie

intervista alla dr. Maria Stella Tarico, che quest’anno opererà anche presso la clinica Lucina

Ritratto di chirurgo moderno: Maria Stella Tarico, chirurgo plastico, specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica, dirigente medico presso l’U. O. C. di chirurgia plastica dell’ospedale per le emergenze Cannizzaro a Catania, iscritta al Sicpre e all’Aicpe, le più importanti società scientifiche italiane. Password: know how professionale, login: qualità umane, keywords: esperienza, aggiornamento, pratica costante. Di indirizzi principali ne possiede tanti, opera tra Palermo e Catania in strutture sia pubbliche che private. Quest’anno, oltre che in via Vagliasindi 52, a Catania opererà anche presso l’istituto clinico privato Lucina, in via Federico De Roberto 30. Come lei stessa tiene a precisare, non ama lavorare lontano, perché è importante che un paziente venga seguito prima, durante e dopo l’intervento, e perché Catania insegna nuove procedure operatorie in tutto il mondo, con standard mondiali.

– Dr. Tarico “Oggi le nostre sedi operative sono diverse, i nostri quartier generali sono tanti. A Catania abbiamo scelto di operare anche presso la clinica Lucina, un’eccellenza nel campo della serietà, una clinica molto accreditata sulla base dei volumi e degli esiti, anche per interventi di chirurgia maggiore, di chirurgia del ringiovanimento facciale e dei rimodellamenti corporali”.

Catania come capitale della chirurgia plastica, culla della bellezza, fucina nel campo delle nuove tecniche operatorie e tempio delle eccellenze e dei chirurghi specializzati. Una città ultra-tecnologica che convive con la tradizione accademica, universitaria, ospedaliera. E’ qui che affacciati sul mare e sul vulcano delle meraviglie si evolve il sapere legato al mondo dell’estetica, un know how in continua evoluzione che parte del nostro patrimonio culturale. E alla nostra città piace ribadire questo primato.

– Qual è lo stato dell’arte della Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica a Catania, in questo nuovo 2019?

– Dr. Tarico “Oggi il Focus della discussione è la serenità del chirurgo quando entra in sala operatoria. Prima di tutto siamo sempre in due, entrambi specialisti in chirurgia plastica, e questo serve ad elevare la garanzia di qualità e sicurezza degli atti chirurgici, la percentuale di miglioramento del difetto da correggere, gli standard di precisione. Inoltre porto sempre con me la mia infermiera strumentista, che conosce tutti i passi dell’intervento, anticipa gli atti chirurgici, riduce i tempi. Un ottimo lavoro è sempre il risultato di un team altamente professionale. Poi in questo momento siamo molto impegnati sulla mini-invasività degli interventi: un minor trauma chirurgico, un decorso post operatorio più rapido e meno doloroso, un veloce reinserimento del paziente nella vita sociale e lavorativa, e non ultima la minor invasività delle moderne anestesie generali. Questo comporta continui aggiornamenti, ed anche una spesa maggiore in tema di apparecchiature e macchinari d’avanguardia, ma anche incisioni più piccole, meno cicatrici, meno danni ai tessuti o alla muscolatura, e sempre meno rischi per il paziente. Tali condizioni, insieme ad altri fattori, come il senso artistico del chirurgo, influenzano positivamente la variabilità del risultato finale. Infine va sottolineato che il chirurgo plastico deve fare un’accurata analisi psicologica del paziente, deve comprendere a fondo le sue aspettative ed operare nel modo migliore per raggiungerle, deve disinnescare facili illusioni a proposito di trasformazioni miracolose, deve essere chiaro e onesto sui risultati, e deve rendere edotto il paziente su tutti i dettagli tecnici dell’intervento”.

Questa la risposta siciliana al “turismo” sanitario, sempre meno di moda. Tutti i pazienti, non solo al nord Italia, in Brasile o negli Stati Uniti, hanno lo stesso diritto di accesso alle cure migliori. La chirurgia estetica non conosce crisi. Ed anche in Sicilia è un trend in crescita. Si chiama diritto alla bellezza.

– Dr. Tarico: “Tutti hanno diritto alla bellezza. Apparire è anche essere, e una sana percezione della propria immagine si traduce in autostima. Oggi la chirurgia estetica è divenuta popolare, è stata sdoganata come fenomeno di massa, perché è in grado di favorire serenità ed equilibrio psico-fisico. Anche l’estetica è salute” .