Come scegliere un chirurgo plastico

Come scegliere un chirurgo plastico

Descritto in un’approfondita analisi dei suoi studi e della sua carriera, selezionato fra tanti per le sue qualità professionali e umane, declinato in risultati ottenuti, raccontato da quanti con lui hanno già vissuto un’esperienza positiva. E’ questo il profilo del chirurgo plastico ideale. Un chirurgo aggiornato e ben costruito, la cui interpretazione dell’estetica è sempre un’attività mediata, equilibrata, mai appariscente, mai aggressiva, un chirurgo capace di recuperare il rapporto tra bellezza esteriore e bellezza interiore, di dialogare col paziente, rispettandolo. Un chirurgo che sappia anche disinnescare facili illusioni, quindi chiaro e onesto sui risultati. Si, la prima analisi spetta al paziente: scegliere il giusto professionista a cui affidarsi. E’ proprio da questa scelta che inizia l’avventura, è da questa scelta che dipende il risultato finale di questa esperienza.

La Specializzazione

Prima di ogni cosa bisogna accertarsi che il chirurgo sia uno specialista, un vero chirurgo plastico con una Specializzazione in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica. Dopo la Laurea in Medicina, 6 anni, deve avere frequentato i 5 anni di Specializzazione. Deve inoltre aver maturato un’esperienza comprovata e verificata per almeno altri 5 anni nel settore.

L’Esperienza

Deve aver eseguito un congruo numero di interventi chirurgici insieme ad un chirurgo con esperienza. Inoltre è fondamentale che si tenga sempre aggiornato, che segua i trend più attuali. Negli ultimi anni il settore della Chirurgia Plastica si è evoluto sia in materia di nuovi prodotti che di tecniche, sempre meno invasive e più efficaci. L’archetipo del buon chirurgo plastico è quello che partecipa ai convegni ed ai confronti con colleghi e con autorevoli specialisti nazionali e internazionali, che riportano news, esperienze e sensazioni dei clienti.

La Pratica

Dove e quanto lavora? Struttura pubblica o struttura privata? O entrambe? L’attività costante ne determina l’affidabilità in sala operatoria, la sua mano deve essere costantemente allenata, come le dita di un violinista.

Le Iscrizioni

Un altro criterio per scegliere il chirurgo di fiducia è controllare se è iscritto al Sicpre, Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, e all’Aicpe, Associazione Italiana di Chirurgia Plastica ed Estetica, le più importanti società scientifiche italiane la cui lista dei soci è pubblica e facilmente reperibile online.

Ecco infine 7 sintetici suggerimenti:

1. Informati sul suo know-how professionale
2. Informati su quante ore ha trascorso in sala operatoria
3. Informati su quanti pazienti ha operato
4. Informati da quanti anni opera
5. Informati sui chirurghi famosi con i quali ha fatto esperienza
6. Informati sulla struttura in cui opera
7. Decidi con la mente, ma dai anche ascolto a ciò che ti suggerisce il cuore