You are currently viewing Occhiaie e borse palpebrali. A tutto c’è rimedio!
occhiaie-borse-palpebrali-catania

Occhiaie e borse palpebrali. A tutto c’è rimedio!

Selfie che ci ritraggono al lavoro o a casa, di giorno o di notte, perfette o scapigliate… Ma cosa sono quegli occhi neri? Se non è un improbabile smoky eyes o ciò che resta del mascara di ieri, allora… sono borse e occhiaie! Che si tratti di un periodo stressante, del risultato di una notte folle o di un alone perenne, quello sguardo visibilmente spento è da sempre il primo nemico della nostra bellezza.

Occhi freschi, vivaci, luminosi: la bellezza si sprigiona come lo sbocciare di un fiore, immediato, radioso, vitale, emanando un’aura speciale: quale migliore elemento del viso per raccontare tutta la magia del nostro fascino? Ed è così che quelle ombre scure, ingombranti inestetismi che tutti sognano di cancellare, suggeriscono stress, stanchezza, tristezza. E allora? Bustine di tè verde e cetriolini? O due gocce di collirio, correttore a chili e filtri di Instagram? Gli antichi elisir di bellezza, i trucchetti o i rimedi fai-da-te possono essere efficaci, nascondere gli aloni e sgonfiare temporaneamente gli occhi, ma per eliminare borse e occhiaie in modo stabile si può ricorrere ad efficaci e sicuri trattamenti medici e chirurgici.

Medicina Estetica versus occhiaie, Chirurgia Estetica versus borse palpebrali: se per le prime la metodica per risolvere con successo il problema ci viene offerta dai trattamenti mini-invasivi,  per le seconde il rimedio può essere più incisivo e permanente. Ne parliamo con la dottoressa Maria Stella Tarico, chirurgo plastico, che svela perché è importante una diagnosi precisa per risolvere con successo il problema.

“Borse e occhiaie non sono tutte uguali, e possono avere cause svariate, singole o associate, su cui possono influire genetica e stile di vita. Le occhiaie sono aloni scuro-bluastri dell’area suborbitale che sottraggono allo sguardo la sua naturale bellezza. Le cause possono essere la fragilità capillare congenita, un’eccessiva esposizione ai raggi solari, lo stress, il naturale invecchiamento cutaneo e la depressione (tecnicamente lacrima di valle, assottigliamento della pelle tipico dell’avanzare dell’età nella zona periorbitale), l’anemia, l’iperpigmentazione o l’uso di particolari farmaci che tendono ad accentuare l’alone bluastro. Le borse palpebrali sono legate al ristagno di liquidi (edema periorbitale) o all’accumulo di tessuto adiposo e al cedimento dell’elasticità cutanea. La comparsa delle borse è spesso associata alla manifestazione di pigmenti scuri, come ad esempio la melanina, che amplifica il problema. Una diagnosi precisa è molto importante al fine di mettere in atto la metodica corretta”.

Complice in questa impresa la Medicina Estetica di ultima generazione, che ci sommerge di nuove e invitanti terapie a cui è davvero difficile resistere.

“Per riempire quelle depressioni causate dalla cosiddetta “lacrima di valle”, dall’assottigliamento e dalla lassità della pelle e correggere le occhiaie ci viene in aiuto il Filler all’acido ialuronico, il trattamento più efficace per ridonare i volumi perduti e recuperare l’elasticità e l’idratazione, da fare in pausa pranzo per ritrovare in pochi minuti uno sguardo giovane, fresco e tonico. Per la correzione della perdita di tono dei tessuti oggi abbiamo a disposizione anche la radiofrequenza monopolare: con il nuovo dispositivo medico Thermage FLX, che agisce in profondità lì dove il rilassamento cutaneo ha origine con un protocollo specifico per palpebre e contorno occhi, possiamo riattivare la collagenesi, distendere la pelle e cancellare le rughe senza creare alcun danno ai tessuti e senza cicatrici. Con una sola seduta i risultati saranno naturali, immediati, progressivi e stabili: tutto il contorno occhi sarà più tonico e le palpebre saranno come ridisegnate. In caso di eccessiva pigmentazione, spesso correlata a melanocitosi cutanea, è possibile optare per il Peeling, che agisce in superficie: consente una rapida e controllata esfoliazione ed un rinnovamento cellulare con effetto sbiancante. Infine anche il Laser vascolare può essere un’efficace soluzione per il trattamento delle occhiaie, riducendo la dilatazione delle vene conuna serie di sessioni”.

Ecco i nuovi metodi per cancellare le occhiaie. E le borse palpebrali?

“La Blefaroplastica inferiore è un intervento mini invasivo che consente di eliminare in modo risolutivo questo inestetismo. La novità è che oggi esiste una tecnica specifica, la Blefaroplastica transcongiuntivale, dedicata alla rimozione delle borse palpebrali inferiori. Questa tecnica consente la rimozione dell’eccesso di grasso, quando è la causa del problema, attraverso una piccola incisione nella congiuntiva, senza alcuna cicatrice cutanea esterna. Il vantaggio non sta solo nell’assenza di cicatrici visibili, ma soprattutto nella totale assenza del rischio di arrotondamento dell’occhio”.

“La bellezza di una donna si percepisce dai suoi occhi, perché quella è la porta del suo cuore…” Audrey Hepburn