You are currently viewing Laser ad Alessandrite? Trendsetter dell’epilazione!

Laser ad Alessandrite? Trendsetter dell’epilazione!

  • Categoria dell'articolo:Laser Terapia

Gentle, Fast, Powerful. Il top trendsetter del momento? Eccolo! È il Laser ad Alessandrite! Anche per quest’anno la Medicina Estetica punta su un sistema ad altissime prestazioni, destinato a diventare il simbolo della perfetta epilazione praticamente per tutti. 

Via ogni traccia di pelo superfluo: gold standard nell’eliminazione progressiva e permanente dell’inestetismo più diffuso al mondo, l’Alessandrite è la soluzione ideale per un’epilazione impeccabile durante tutto l’anno, su tutti i fototipi di pelle, su qualsiasi spessore di pelo ed anche sui peli più chiari. E se la pelle vive il suo momento di gloria nelle stagioni più calde, è bene cominciare a prendersene cura sin dall’inverno, senza ridursi all’ultimo momento, perché se è vero che i risultati sono apprezzabili già con la prima seduta, i trattamenti devono essere fatti a distanza di 30 o 40 giorni per 5 o 6 sedute, e successivamente si possono distanziare sino alla fase di mantenimento.

Eliminare tutto il pelo, bulbo compreso, e non ridurne temporaneamente la lunghezza: questa la sostanziale differenza tra epilazione e depilazione. E l’amletico dilemma se sia meglio continuare con i soliti sistemi antiquati come rasoio, crema, ceretta (ahi! che dolore) o investire nell’epilazione Laser progressiva e permanente è presto risolto. Ma proviamo a saperne di più ascoltando la dottoressa Maria Stella Tarico: “Il Laser è il sistema più rapido ed efficace per liberarsi dai peli superflui, perché agisce sul bulbo e lo distrugge. La rimozione avviene in più sedute poiché la frequenza luminosa colpisce solo i peli in fase di crescita attiva. Sì perché i peli hanno un ciclo vitale suddiviso in 3 fasi: Anagen, quando il pelo comincia a crescere, Catagen, quando il follicolo si restringe e il pelo può distaccarsene con maggiore facilità, e Telogen, quando il pelo finisce di crescere”.

Ma qual è il Laser ad Alessandrite che detta le regole dell’epilazione? Quello più conteso dai centri estetici medicali, il più bersagliato dalle richieste dei pazienti, il vincitore agli Aesthetics Industry Awards come miglior dispositivo? Si chiama Thunder MT! È lui il cover device più cool, una serie unica ad alta potenza con una precisione senza rivali grazie all’esclusiva Mixed Technology, che offre Alessandrite e Nd:YAG in forma mista, sequenziale o individuale. 

“Thunder MT ha rivoluzionato il trattamento di epilazione anche di aree estese – continua la dottoressa Tarico – grazie a caratteristiche esclusive come l’Optimized Spot, una dimensione degli spot ottimizzata, l’OptiScan TH, uno strumento di scansione della pelle, e il Qool-air, un sistema di raffreddamento evoluto, che rendono più confortevoli le applicazioni anche su soggetti con una bassa soglia del dolore. Utilizza due lunghezze d’onda, Alessandrite 755 nm e Nd:YAG 1064 nm in emissione singola o combinata, la soluzione ideale per effettuare trattamenti più veloci, efficaci e personalizzati in base alle necessità di ciascun paziente. Rispetto ad altri macchinari, non provoca sensazioni di bruciore sia durante che dopo la seduta, e il raggio Laser colpisce selettivamente il bersaglio senza creare alcun danno ai tessuti circostanti”.

– Perché scegliere un dispositivo medico?

“Per ottenere i migliori risultati. I dispositivi in dotazione presso gli studi di Medicina Estetica sono molto più potenti e quindi molto più efficaci di quelli in dotazione di un centro estetico o di quelli acquistabili on line, che hanno potenze molto blande, non sono dispositivi professionali e non vanno considerati come sistemi di epilazione definitiva”.