Mastoplastica Additiva, tecnologia e innovazione. La nuova protesi per il seno oggi è più leggera.

Leggera, trasversale, innovativa, rivoluzionaria. Se prima la tecnologia in tema di Mastoplastica Additiva era il gel di silicone, oggi va in scena la Microsfera, l’ultima novità del settore che invade i centri di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica e le scrivanie dei chirurghi più famosi del mondo. Si chiama B-Lite, ed è l’ultima frontiera in campo di protesi mammarie. Sviluppata da un team multidisciplinare di medici, tecnici e scienziati, B-Lite rivoluziona il settore riducendo gli effetti della gravità sull’anatomia del seno. Orgoglioso sviluppatore di questa nuova idea è G&G Biotechnology, che partendo dalle tecnologie avanzate sfruttate dalla NASA, mostra al mondo la forza del gel B-Lite. Ingrediente segreto? Microsfere cave integrate all’interno del gel coesivo di silicone, che garantiscono una riduzione del peso fino al 30% rispetto alle protesi tradizionali. Ridurre lo stress, aumentare il comfort: il seno è un organo instabile, mobile e dinamico, e subisce continue sollecitazioni nel corso della normale e attiva vita di una donna. Se secondo la legge di Hooke la distensione è direttamente proporzionale alla massa e inversamente proporzionale all’elasticità, la riduzione del peso riduce lo stress che il seno subisce ogni giorno. Inoltre l’utilizzo di questi impianti leggeri non prevede alcuna modifica delle tecniche chirurgiche, e l’esperienza ha già evidenziato minor dolore e tempi di recupero più rapidi per le pazienti. Contesa fra lo standard della bellezza e le alte prestazioni della leggerezza, B-Lite è disponibile in una vasta gamma di opzioni: lisca, con texture, rotonda, anatomica. Impianti sempre più sicuri, biocompatibili, realizzati per mantenere forma, struttura e dimensioni, migliorano le prestazioni e l’efficienza, per elargire una qualità della vita più alta, per decodificare e realizzare le aspettative di un pubblico sempre più esigente ed eterogeneo.

“I tuoi seni sono come due cerbiatti, gemelli di una gazzella, che pascolano tra i gigli”… Non è una poesia di Jacques Prévert, ma l’Antico Testamento, il Cantico dei Cantici. Persino la Bibbia cita il seno, la sua bellezza, la sua dinamicità, la sua mobilità. Tutte pazze per B-Lite. Donne che si muovono agili verso appuntamenti glam, e non solo. Una comodità che si traduce in libertà di movimento, una moda che diventa tendenza, una femminilità che è sempre più libera dalla paura del declino. Deltaplano, immersioni, alpinismo? Buona attività sportiva, e buona vita.

Facebook
Google+